Shampoo fai da te, multi vitaminico e naturale

Abbiamo parlato in precedenza di tutti gli agenti chimici che inseriscono nella preparazione di creme e shampoo. Petrolati, siliconi, conservanti, tutti agenti contenuti nella maggior parte dei shampi, visto che acquistare uno shampoo con una composizione decente per molti può risultare una spesa, abbiamo pensato che potrebbe essere utile uno shampoo fai da te, che non ci rovini il cuoio capelluto, che dia luce ai nostri capelli, e che li nutra con le sostanze di cui ha bisogno.

Un’ottima alternativa “un po costosa” è recarsi in erboristeria e farsi consigliare, leggendo sempre l’etichetta prima di acquistarla, per gli ingredienti dannosi vi riporto al nostro articolo precedente.

 

Shampoo naturale fai da te.

  • 100 grammi di radice di *saponaria. (variante: sapone di Marsiglia sciolto nella’acqua)
  • 3 cucchiai semi di lino
  • 1 cucchiaio foglie di rosmarino
  • 1 cucchiaio di fiori di lavanda
  • 1 litro di acqua oligominerale
  • Aceto di mele o di vino bianco
  • Olio essenziale

* La saponaria (Saponaria officinalis L. ) è una pianta spontanea plurienne della famiglia delle Caryophyllaceae, a cui appartiene anche il garofano. Il suo nome scientifico fa riferimento alle proprietà detergenti e medicinali della pianta. Fate attenzione a non ingerire il preparato, perché se ingerita risulta tossica e molto irritante per gli occhi.

Preparazione

  1. Fate bollire per 30 minuti a fuoco basso in 1 litro di acqua oligominerale, la radice, i semi di lino, il rosmarino, la lavanda
  2. Spegnete il fuoco e fate riposare per 15 minuti
  3. Filtrate il decotto con un fazzoletto di cotone non troppo spesso, raccogliete le parti solide e schiacciatele con un schiacciapatate o altro, strizzando bene il tutto. La gelatina dei semi di lino si dovrebbe vedere in superficie al decotto mentre si raffredda.
  4. Misurate il decotto filtrato in un bicchiere numerato in ml, e aggiungete tanto aceto quanto è l’infuso, es: se il decotto misura 200 ml aggiungerete 200 ml di aceto
  5. Mettere tutto sul fuoco, amalgamare bene, e spegnere prima che vada in ebollizione
  6. Se volete potete profumare lo shampoo con un olio essenziale profumato a piacimento.

Ottima per chi ha problemi di cute delicata e psoriasi e allergie varie.
Lo shampoo non fa schiuma, applicare e massaggiare delicatamente per qualche minuto.

Conclusioni: Una ricetta che non tutti riusciranno ad accettare, proprio perché abituati ad avere sempre la testa bianca di schiuma, ricordate che la schiuma è generata dai tensioattivi, questi ingredienti sono altamente nocivi per l’ambiente e per le persone, tanta schiuma non vuol dire più pulizia ma più irritante e nocivo.



Coraggio lascia un commento inerente a quello che hai letto, ce la puoi fare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *