Il compressore audio

Quando è consigliabile usare un compressore.

È consigliabile usare un compressore quando si desidera avere un suono più omogeneo.
Il compito di un compressore è quello di abbassare quando dovuto la dinamica di un suono,
gli usi più comuni possono essere svariati ne elenchiamo qualcuno: si consiglia l’uso del compressore
su una voce, su una ritmica di batteria, su una chitarra, immaginate il suono di un colpo di cassa di una batteria, ora quello di un crash di una batteria, sicuramente i suoni ricavati non possono essere di dinamica uguale, in questo caso si dovrebbe usare un compressore per renderli il più possibili di
dinamica uguale e omogenei tra loro.
L’esempio che abbiamo creato è uguale per una chitarra o per una voce
ma bisogna anche sapere come bisogna regolare un compressore per arrivare ad avere buoni risultati,
un compressore regolato in modo poco corretto può risultare più dannoso che non averlo per niente.
Come regolare un compressore.
La prima regolazione da effettuare è la soglia di intervento espressa in decibel chiamata anche “TRESHOLD” Il parametro “RATIO” indica il rapporto tra segnale in ingresso e quello in uscita,

un rapporto 1:1 del “RATIO” significa nessuna compressione, un segnale in entrata di 4 db in uscita sarà di 4db,
un rapporto 2:1 significherà che un segnale in uscita crescerà solamente di 1 db se in ingresso crescerà di 2db,
se il rapporto sarà 4:1 un segnale in uscita crescerà solamente di 1 db se il segnale in ingresso crescerà di 4db

e cosi via per gli altri rapporti.

Il parametro “ATTACK” espresso in millisecondi, determina il tempo necessario al
compressore per passare da RATIO 1:1 a RATIO N:1 una volta passato il valore di SOGLIA.

Il parametro “RELEASE“, espresso quasi sempre in secondi, determina il tempo necessario
per passare da RATIO N:1 a RATIO 1:1 una volta che il segnale sia sceso di nuovo sotto il valore di SOGLIA.

Un RELEASE breve significa compressione rapida e brusca, una RELEASE lunga significa una
compressione più dolce.

Il parametro GAIN, o OUTPUT GAIN, o MAKE UP GAIN è semplicemente un guadagno che aumenta genericamente tutto il livello del segnale.

Il parametro HARD/SOFT, non sono presenti su tutti i compressori, determinano la “spigolosità” o “morbidezza” dello “scalino” della SOGLIA.
Con SOFT si ottiene un passaggio più graduale da 1:1 a N:1 perché l’attenuazione del guadagno in uscita
comincia un po’ prima che il segnale superi la SOGLIA, e raggiunge il rapporto N:1 leggermente dopo.

Sotto raffigurato uno dei tanti compressori/ limiter in commercio di fascia alta

compressore audio
Un compressore audio di fascia alta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricorda che il Clurican è ancora in versione beta, molte sezioni sono in allestimento e sicuramente troverai qualche disservizio presto sarà completato. Buona navigazione.