Etichette e ingredienti da evitare per la vostra salute

Giorni fa sono entrato in un supermercato, ho acquistato appositamente un bagno schiuma da recensire, questo, per mettervi in guardia da questa frode che continua negli anni a perdurare, giocando sulla salute di chi in buona fede acquista prodotti a dir poco da ritirare dai scaffali, la cosa che più mi lascia perplesso che in questi prodotti ci siano ingredienti talmente aggressivi che in alcuni stati sono stati vietati e banditi perché sembrerebbero con abbastanza certezza che siano causa di tumori. 

Non starò a snocciolare marche e tipi di prodotti, ma commenterò solo  gli ingredienti contenuti in questo bagnoschiuma, vi rammento che ingredienti del genere sono contenuti anche in creme e bagnoschiuma di marchi ben conosciuti, siate cauti ed evitate prodotti con questi ingredienti, per approfondire vi rimando a questo articolo.

Esaminiamo questi ingredienti, rammentando che sull’etichetta sono inseriti in ordine di importanza:

Sodium Laureth Sulfate (SLES): Un tensioattivo molto aggressivo per la pelle, usato dalle aziende proprio per il suo costo molto economico, fortemente sgrassante e schiumogeno, fortemente sospettato di essere cancerogeno, da non confondere con il  Sodium Lauryl Sulfate (SLS) ancor peggiore del precedente, molto simili nel nome, e di fatto, bisogna tenere anche presente che questo prodotto a un grande impatto negativo ambientale.

Alcune sostanze chimiche se associate al sodium lauryl o laureth sulfate producono nitrosauri, sostanze cancerogene pericolose anche solo per il contatto con la pelle : 2-bromo-2-nitropropane-1,3-diol, cocoyl sarcosina, diethanolamina, imidazolidinyl urea, formaldeide, proteine animali idrolizzate, lauryl sarcosina, monethanolamina, quaternium-7,15,31,60, sodium methyl cocoyl raurate, triethanolamina.

Sodium Chloride : Semplicemente, Sale, l’uso di questo ingrediente in cosmesi non ha effetti da sottolineare, si usa come viscosizzante.

Cocamide DEA (o cocamide dietanolammide):  è una dietanol-ammide prodotta per reazione degli acidi grassi estratti dall’olio di cocco con dietanolammina, ma non vi fate ingannare, nel 2012 l’ente di salute ambientale della California, California Office of Environmental Health Hazard Assessment, ha messo questo ingrediente nell’elenco degli ingredienti che provocano il cancro, e nel 2013 il Centro per la Salute Ambientale Californiano a fatto molte azioni legali contro le società che usano questo ingrediente. In sostanza questo ingrediente a un forte potenziale allergenico, inoltre potrebbe causare serie dermatiti, e non solo.



Styrene/Acrylates Copolymer: Dona ricchezza ed effetto cremoso al prodotto, studi dimostrano la quasi innocua azione negativa per la persona.

Tetrasodium (EDTA):  è un ingrediente che usato direttamente sulla persona non ha essetti tossici, ma ci ritorna indietro come un boomerang,  uno studio ha evidenziato, un grave impatto ambientale marino, sembra che questa sostanza, renda i metalli pesanti depositati nei fondali marini, bio-disponibili per essere ingeriti dai pesci.

Phenoxyethanol (o fenossietanolo): un conservante per prodotti cosmetici, usato anche come solvente per i parabeni, considerato irritante per pelle e occhi, e poco sicuro se usato su prodotti che vengano a contatto con bocca e mucose, cmq, per la sanità l’uso non deve essere superiore al 3% , chissà perchè.  (ancora non si capisce se dannoso per i bambini sotto i 3 anni, salviette detergenti, ecc..)

Methylchloroisothiazolinone: Conservante cosmetico, altamente allergizzante e sensibilizzante, max utilizzo per legge 0.0015%

Methylisothiazolinone: associata sempre a Methylchloroisothiazolinone, miscelati formano una sostanza anti-fungina e antibatterica.

Conclusioni: Non avete mai pruriti? piccoli rush cutanei? arrossamenti sulla pelle? avete un senso di pelle tirata?  iniziate a curarvi eliminando queste sostanze, controllate anche creme solari, creme per il corpo.

 

 

 

Coraggio lascia un commento inerente a quello che hai letto, ce la puoi fare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *