Collegamento passivo tra casse acustiche

Collegamento passivo tra casse acustiche

Ogni altoparlante raffigurato intende una cassa acustica.
Prima di collegare casse acustiche passive ad un finale o amplificatore bisogna tenere conto della loro impedenza, leggere dietro al finale o amplificatore l’impedenza da lui sopportata e di conseguenza fare i propri calcoli come sotto indicato, non collegare mai casse al finale o amplificatore che escono fuori impedenza da quella descritta dietro i finali o amplificatori, non rispettare questa norma potrebbe causare brusche interruzioni di suono a volumi più alti, o si può causare il danneggiamento del finale o amplificatore.

casse acustiche

entrambi gli altoparlanti hanno impedenza nominale identica. Il valore risultante sarà esattamente metà dell’impedenza di uno dei due altoparlanti.
Ad es. due casse di 4 ohm \in parallelo daranno un carico di 2 ohm, oppure due casse da 8 ohm daranno un’impedenza di 4 ohm
Nel caso di due altoparlanti con impedenze diverse ad esempio 4 e 8 ohm, l’impedenza risultante sarà data dal prodotto delle singole impedenze diviso la loro somma

Esempio di due altoparlanti avente un’impedenza diversa tra loro
8×4=32
8+4=12
36/12=2.6
L’impedenza finale sara uguale a 2,6 ohm

casse acustiche

Nei collegamenti in serie di due altoparlanti o + il calcolo dell’impedenza totale è semplicissimo, sommare le singole impedenze.

Z= 4+4= 8 ohm
Z= 4+8=12 ohm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricorda che il Clurican è ancora in versione beta, molte sezioni sono in allestimento e sicuramente troverai qualche disservizio presto sarà completato. Buona navigazione.