Acari delle ciglia, sapevi della loro esistenza ?

Acari delle ciglia, chiamati anche Demodex folliculorum, proprio cosi, ce la possibilità che anche noi abbiamo questo acaro tra le ciglia, non prendete questo problema superficialmente, se avete fastidio agli occhi, arrossamenti frequenti, lacrimazione frequente, se avete spesso gli occhi asciutti, andate dal medico oftalmico, sarà lui a dirvi se soffrite di acari, non si possono vedere ad occhio nudo, e il loro comportamento è infilarsi nel bulbo delle ciglia, come da foto.

Acari delle ciglia Demodex folliculorum
Acari delle ciglia Demodex folliculorum si noti come si infiltrano tra ciglia e pelle entrando nel bulbo, a destra un acaro sul viso

Questi acari sono vettori anche di batteri, che possono rendere ancora più serio il problema. Una ricerca li ha trovati nel 25% su ragazzi 20enni, il 30% su uomini 50enni ed il 100% su persone anziane, chi soffre di blefarite molto probabilmente è soggetto ad acari+batteri, a volte se il problema e serio, possono essere causa anche di abbassamento della vista, o vista offuscata.
Bisogna mantenere un’igiene idonea per non farli proliferare, questo tipo di acaro si può trovare anche sul viso, e non solo sulle ciglia, prima di toccarvi gli occhi lavate bene le mani, che sono portatrici di una immensa varietà di batteri e microbi.

I sintomi e segnali più comuni sono:

  • Sensazione di bruciore.
  • Occhi rossi.
  • Irritazione.
  • Vista offuscata.
  • Lacrimazione.
  • Squame intorno al bordo ciliare.
  • Caduta delle ciglia.
  • Piccolissime crosticine sulle ciglia.
  • Infiammazione del tessuto oculare, in particolare della cornea.



Complicanze:

  • Orzaiolo, un piccolo nodulo rosso localizzato sull’interno o esterno della palpebra che può provocare prurito e irritazione.
  • Calazio, causato dall’ostruzione di una ghiandola di Meibomio, che provoca la comparsa di una piccola escrescenza rossa sulla palpebra.
  • Problemi alle ciglia, crescita o una caduta anomala delle ciglia, (blefarite)
  • Lacerazione, dovuta a secrezioni irregolari di sostanze lipidiche che possono causare danni all’occhio.
  • Secchezza oculare, le secrezioni oculari diminuiscono, causa l’anormale attività delle ghiandole di Meibomio.
  • Infezione secondaria, dovuta al toccarsi o sfregarsi gli occhi con le mani.

Conclusioni : Esistono vari rimedi naturali, se il problema è lieve, potete applicare sugli occhi una bustina di te nero, dopo averla immersa in acqua calda, strizzatela togliendo l’acqua in eccesso, e poggiatela sugli occhi.

Se avete la forfora nei capelli dovete eliminarla, perché potrebbe far ripresentare il problema agli occhi, per la forfora vi consiglio olio di cocco, i pro-biotici e gli acidi grassi omega-3.

Mangiate cibi anti-infiammatori con omega 3,

Batti le palpebre almeno 40 volte al giorno, puoi fare esercizi da 10 battiti per 4 volte al giorno, battere le palpebre significa mantenere lubrificato l’occhio, aiuta molto chi soffre di blefarite.

Se soffri di blefarite evita il trucco e lenti a contatto, in questo periodo usa gli occhiali, fino a quando non sei guarita.

Se non riesci a guarire vai dal medico per una cura a base ci corticosteroidi e antibiotici.

 

Le informazioni contenute in questi articoli sono di natura prettamente illustrativa, informazioni reperite dalla rete con cura e buonsenso trovando sempre attendibili riscontri veritieri, comunque non sostituiscono il parere di un medico che può essere anche in disaccordo con tante informazioni riportate su questo sito, usare queste informazioni a scopo personale senza aver prima consultato uno specialista nel settore significa assumersi le proprie responsabilità, e non consentono di acquisire l’esperienza indispensabile per il loro uso o pratica.

Coraggio lascia un commento inerente a quello che hai letto, ce la puoi fare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *